• Continuiamo il nostro tour illustrativo tra le attrezzature che Kalimba Studio ha in sala regia, curiosando tra gli outboard. Abbiamo già parlato di quelli della danese Tube Tech, ora invece parliamo di API.

    La API, Automated Processes, Inc., è un’azienda fondata già nel 1968 e oggi le sue strumentazioni sono tra le più richieste negli studi di registrazione di tutto il mondo.

    Tra gli outboard a disposizione di artisti e musicisti presso la sala regia di Kalimba Studio troviamo in particolare il 512c, il 2500 e il 550a.

    L’API 512c è un preamplificatore, frutto dell’evoluzione del primo 512 creato da Saul Walker (il fondatore di API) e ancora oggi garantisce lo stesso vibe e la stessa qualità del suono di quarant’anni fa. Ad ogni registrazione di batteria, i 4 API 512c in nostro possesso vengono utilizzati costantemente.

    L’API 2500 è un compressore stereo, che all’interno del nostro setup si occupa principalmente dei gruppi di batterie e chitarre.

    Per completare la lista dell’attrezzatura API presente presso Kalimba Studio, non possiamo non nominare l’equalizzatore 550a, basato sul 550 originale dei tardi anni ’60. Anche questi eq vengono utilizzati moltissimo in tracking e in mixing, in particolare su percussioni e chitarre elettriche.